Corso pre-parto II – [18+1]

E’ arrivato il momento di capire che vogliamo fare per prepararci fisicamente e psicologicamente al parto.

Ad Arezzo devo dire c’è un’ampia proposta di corsi preparatori da avere l’imbarazzo della scelta: corsi in piscina, yoga e meditazione, training autogeno, corsi con ostetriche ed esperti vari in pediatria, psicologia infantile, ginecologia, psicopedagogia, e altre “gie” varie. 😀

Quindi ho pensato faccio un breve giro di telefonate a quelli che mi interessano, tanto roba come yoga e training autogeno o medicine alternative sono scartati a priori perché mal si confà tanta quiete al mio essere, e la scelta si riduce a due corsi: quello della ASL con ostetriche e medici a fare i corsi teorici e ginnastica in acqua in una piscina convenzionata, già sentiti un mese fa senza esito positivo, oppure quello in piscina privata ed anche qui sono previsti incontri con ostetriche e medici.

Dopo le telefonate ho la conferma (vedi qui) che la scelta è obbligata perché il corso della ASL sembra non contemplare il fatto che le donne incinte possano anche lavorare: sia il corso in piscina che gli incontri teorici con il personale sanitario e tecnico sono di mattina, tra le 9 e le 12. Ciò significa che dovrei prendere due mattinate di permesso a settimana, e non credo proprio sia pensabile.

Quindi il corso obbligato è quello in piscina privata. Anche qui hanno più corsi in orario d’ufficio e solo uno in orario utile (facendo una corsa alle 18) e inoltre alcuni incontri con i medici e le ostetriche sono comunque in orario d’ufficio, quindi li dovrò saltare. 😐

Mi dovrò organizzare per iniziarlo 2/3 mesi prima del parto, quindi i primi di febbraio credo sia il periodo giusto, MAR e GIO alle 18.30 piscina e VEN alle 18.30 e SAB alle 10.00 corso teorico. Se po’ fa’! 😉

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *