Toxoplasmosi – Cos’è e sintomi

Cos’è.

La toxoplasmosi è una malattia infettiva trasmessa all’uomo dagli animali (in modo diretto o indiretto) causata dal microrganismo Toxoplasma gondii. Può infettare mammiferi, uccelli, rettili e molluschi e la trasmissione tra gli animali o dagli animali all’uomo avviene tramite ingestione di carne infetta o contatto con feci di animali infetti o col terreno in cui essi abbiano defecato.

Trova un ambiente particolarmente fertile nell’intestino dei gatti. Quelli domestici, salvo non abbiano contatti con i randagi, non dovrebbero esserne veicolo. Io li ho sempre avuti, compreso il periodo della gravidanza, e non ho mai contratto la malattia. Comunque meglio non rischiare e far pulire la lettiera a qualcun altro oppure usare dei guanti e lavarsi accuratamente le mani dopo, se siamo costrette a pensarci noi. E’ bene sapere che le cisti che portano il contagio si schiudono 2/3 giorni dopo la deposizione nelle feci, quindi pulire la lettiera ogni giorno riduce drasticamente il rischio.

L’incidenza di toxoplasmosi congenita nei paesi non a rischio (come il nostro) è di 1-2 nati vivi su 1.000.

Quali sono i sintomi.

La toxoplasmosi nella maggioranza dei casi è asintomatica. Purtroppo (o per fortuna) quando si manifestano, i sintomi sono generici ed assimilabili a quelli di un’influenza: ingrossamento delle linfonodi, mal di testa, mal di gola, stanchezza, febbre e, a  volte, ingrossamento di milza e fegato. In rari casi, invece, possono essere più gravi: un’infiammazione dell’occhio detta corioretinite, che può compromettere la vista, ed un’infiammazione dell’encefalo.

Una volta contratta l’organismo produce anticorpi che ne impediscono la recidiva.

Da quanto su detto, è chiaro il motivo per cui molte donne al momento della gravidanza sono già immunizzate per la toxoplasmosi senza saperlo. Ed è altrettanto chiaro che in questo caso non sussiste alcun rischio durante la gravidanza.

 


Vai a 2 – Prevenzione e Rischi —>


 

Nota: Questo articolo ha solo scopo divulgativo, non sono un medico nè ciò che vi è scritto sostituisce e/o integra un parere medico.