Bigliettino e Poesia per la Festa del Papà

Per la festa del papà le maestre della scuola dell’infanzia di Ginevra hanno segnalato ai genitori un po’ di attività da fare, durante questa vacanza forzata da coronavirus.

Ho scelto per lei un lavoretto ed una poesia, da imparare a memoria.

Il lavoretto è un biglietto a forma di manina (il contorno della sua) con dentro la poesia, scritta da me, e un messaggio scritto di suo pugno, ricopiando perché ancora non sa propriamente scrivere. 😀

I passaggi sono semplici:

  1. prendere un foglio di cartoncino bianco e piegarlo in due;
  2. posizionare la mano sinistra del bambino, facendo in modo che il bordo della mano in corrispondenza del mignolo sia allineato con la piega del foglio;
  3. disegnare il contorno della manina;
  4. ritagliare la sagoma;
  5. usare le tempere (o altro tipo di colori) per far colorare al bambino il viso del papà come nell’immagine: le dita del colore dei capelli e il palmo del colore della pelle del viso;
  6. disegnare, ritagliare e colorare gli occhi (se avete quelli in plastica che si usano per i pupazzi vanno bene), i baffoni e il farfallino.
  7. quando i colori saranno asciugati, incollate le varie parti al loro posto con della colla vinilica.

Il tempo di realizzazione è di una mezz’ora circa, senza il tempo di asciugatura dei colori.

Il nostro risultato è questo:

Bigliettino Festa del Papà

Bigliettino Festa del Papà

Se servisse, il video per la realizzazione, è a questo link.

La poesia per la festa del papà è la seguente:

Lo conoscete il mio papà?
Ve lo presento: eccolo qua!
Ma non è vero che è un tesoro?
Un paparino tutto d’oro.
Se fa il severo, quando s’arrabbia,
mi dice: “A letto!”.
Io lo abbraccio, gli do un bacetto.
A questo punto subito molla,
diventa dolce, di pastafrolla.

Ho cercato l’autore/trice, ma non sono riuscita a trovarli. Se qualcuno sapesse di chi è, me lo scriva, per favore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *